Progetto Starbeneascuola – Stay@school

 

PROGETTO “STAR BENE A SCUOLA” 

Attività di counseling scolastico, accompagnamento e supporto ai ragazzi, ai genitori e alla scuola

“E’ faticoso lavorare con i ragazzi”       

Hai ragione, aggiungi:

“Perché bisogna mettersi al loro livello,

abbassarsi, scendere, farsi piccoli”.

Sbagli,

non è questo l’aspetto più faticoso.

E’ piuttosto di essere costretti ad elevarsi fino all’altezza dei loro sentimenti…..

Di stiracchiarsi, allungarsi, sollevarsi sulle punte dei piedi,

per non ferirli.

JANUSZ KORCZAK

 

Stay@school

“Stay@school” è un progetto proposto in collaborazione con l’Associazione Genitori dell’I.C. Morosini-Savoia, rivolto alla Scuola Secondaria di I grado.

Il progetto vuole fare spaziointorno ai ragazzi, sostituendo pomeriggi di solitudine e pericolosa noia con rinnovato entusiasmo creato dallo sport, dal supporto nello studio e nei compiti, all’interno di una cornice di benessere psicologico per tutte le figure che vivono la scuola.

Lo spazio dell’Istituto, inteso soprattutto come spazio di vita della comunità scolastica, e il tempo-scuola, inteso quale tempo che va oltre l’orario delle lezioni, sono alla base della proposta progettuale.

Stay@school si articola in tre sotto-progetti: 1) Progetto Salute; 2) Sport; 3) Spazio-compiti.

 

  • Progetto Salute “Starbeneascuola”

Il progetto ha preso l’avvio nell’anno scolastico 2013/2014, con l’attivazione all’interno dell’orario scolastico del Progetto Salute “Starbeneascuola”.  I risultati hanno aperto la strada alla consapevolezza che la scuola possa sempre più diventare “base sicura” dove trovare accoglienza, sicurezza e possibilità.

Il Progetto salute proposto per l’anno scolastico 2015/2016 si presenta ancora più ricco e, soprattutto,mirato alle esigenze dell’Istituto.

Importanti novità sono, oltre alla rinnovata attenzione verso i problemi dei ragazzi, l’apertura di progetti di formazione per i genitori e un percorso integrato di formazione e supervisione al difficilissimo ruolo degli Insegnanti nella scuola secondaria.

 

  • Sport

“Le attività motorie e sportive promuovono la cultura del rispetto dell’altro e delle regole, sono pertanto veicolo di inclusione sociale e possono aiutare a contrastare le problematiche legate al disagio giovanile (Dipartimento per l’istruzione)”.

Quanto affermato costituisce la linea guida del progetto che vuole far emergere, attraverso lo sport, modelli educativi positivi in contrasto con quelli facilmente accessibili in contesti urbani a forte rischio di marginalità e devianza.

Inoltre,all’interno della scuola sono sempre più in aumento i ragazzi chepresentano diagnosi di ADHD (iperattività) e che non possono avvicinarsi almondo sportivo per i costi che le famiglie non riescono a sostenere.

Queste difficoltà creano ai ragazzi un disagio importante che si ripercuote anche sull’intera classe.

L’offerta progettuale consiste quindi nella possibilità di accedere a diverse attività sportive attraverso la collaborazione con Fondazione Laureus, nello specifico:

–          Baseball (società ARES Milano)

–          Pallavolo (società CEM TORRICELLI Milano)

I due gruppi non avranno necessariamente uno spirito agonistico e non si porranno come obiettivo primario la formazione di una squadra vera e propria. Piuttosto i ragazzi potranno sperimentare, attraverso la pratica sportiva, le dinamiche di gruppo legate al rispetto delle

regole e acquisire, quindi, competenze relazionali ed educative spendibili anche al di fuori del contesto stesso.

In alcuni casi, in cui l’insuccesso scolastico rischia di minare un percorso evolutivo positivo, l’attività sportiva può “tirar fuori” capacità e risorse che aiutano il ragazzo a “ripensarsi” positivamente. In questo percorso i ragazzi verranno costantemente monitorati grazie all’azione coordinata di tutti gli operatori.

LAUREUS

download

 

 

 

  • Spazio-compiti

L’Associazione Genitori, ripropone per l’anno scolastico 2015/2016 un’attività di sostegno extrascolastico pomeridiano per i ragazzi. Rispetto allo scorso anno, il progetto si amplia raddoppiando i posti disponibili.

Spesso nelle famiglie entrambi i genitori lavorano e i figli si trovano a gestire da soli il momento dello studio personale.

Con l’iniziativa Spazio-compiti la scuola diventa uno spazio sicuro e protetto in cui i ragazzi e le loro famiglie trovano accoglienza e un’utile risposta ai loro bisogni sia didattici che di crescita personale.

Sono previsti:

–          due pomeriggi a settimana di sostegno nello svolgimento dei compiti e nello studio con educatori professionisti e insegnanti

–          la creazione di uno spazio di accoglienza che sostenga e incoraggi i ragazzi nel loro percorso di crescita verso l’autonomia scolastica

–          lo sviluppo e utilizzo di strategie, metodi e strumenti di apprendimento che vadano incontro alle difficoltà individuali di ogni ragazzo, che si fonda sul principio delle pari opportunità.